Visualizzazioni totali

Questo blog è gestito da un estimatore di Don Giuseppe Tomaselli. Per contatti: cordialiter@gmail.com

sabato 12 agosto 2017

Santa Teresina

Quando si è assaliti da tentazioni contro la Fede, si dica: Signore, io credo quanto Voi avete rivelato e lo credo perché l'avete rivelato Voi, che siete Verità infallibile! ... Signore, accrescete in me la Fede! Non sono le anime, per così dire, piccine che possono avere le tentazioni, ma anche certe anime grandi, quale Santa Teresina del Bambino Gesù. A questa Santa il demonio suggeriva: Cosa hai guadagnato a lasciare le comodità e le gioie della tua famiglia, per vivere incompresa in un convento? Le tue sofferenze sono sprecate! ... Non c'è né Dio né un'altra vita! Perché perdi il tempo a seguire quel Tale, che è morto in croce da malfattore? - La Santa, anima delicatissima, si affliggeva, resisteva e con tutto ciò la tentazione si intensificava. Un giorno ebbe un'idea luminosa, che attuò. Si praticò una piccola ferita e poi con il suo stesso sangue scrisse la formula del Credo; teneva sul petto la preziosa cartina e quando il demonio la tentava, portava la mano al petto dicendo in cuor suo: Io credo tutto ciò che ho scritto col mio sangue! Scrisse la Santa nella sua Autobiografia: - Ho fatto più atti di fede da qualche anno in qua, anziché in tutto il resto della mia vita. - Quanti meriti, dunque, acquistò la Santa, a motivo di quella tentazione, meriti che non avrebbe acquistati se Dio non avesse permesso quella tentazione. Ad imitazione di Santa Teresina, chi ha tentazioni contro la Fede non si scoraggi e non sprechi il tempo a pensare; piuttosto faccia degli atti di fede con semplicità e serenità.


(Brano tratto da "Combattimento spirituale" di Don Giuseppe Tomaselli).


lll